E’ possibile essere primi su Google all’estero con un dominio .it?

Last updated on

E’ possibile essere primi su Google all’estero con un dominio .IT? Purtoppo la risposta è NO – per avere buona visibilità all’estero serve un altro tipo di dominio.

Perché il dominio .IT non viene ben indicizzato all’estero?

Un dominio .IT è ideato per siti italiani indirizzati ad un pubblico italiano.

Anche per un sito .IT ben indicizzato in Italia, la sola traduzione dei contenuti in inglese non è abbastanza per essere primi su Google all’estero.

In realtà, è fondamentale aprire un .COM, .ORG, o meglio ancora – “country specific domain” (ccTLD) nel paese target, ad esempio un .CO.UK se desiderate allargarvi nel Regno Unito.

» Guida alla scelta del dominio

Le differenze tra il posizionamento di un sito in Italia e all’estero

Per avere successo all’estero dovete sfruttare ogni possibilità per essere competitivi. In quanto:

  • C’è molta più concorrenza all’estero. Per ogni sito web in Italia ce ne sono quasi 100 all’estero.
  • In lingua inglese il web è quasi saturo di articoli di alta qualità su qualsiasi argomento. Significa che dovrete cercare bene delle opportunità di content writing.
  • Vi metterete in diretta concorrenza con aziende originarie del paese target, ben inserite nel mercato da anni.

Quali siti italiani sono candidati per un buon posizionamento all’estero?

Alcuni siti sono ottimi candidati per avere successo all’estero:

  • Aziende con prodotti che non si trovano online o endemici in Italia, per esempio marchi DOC/ DOP o vestiti di alta moda (i soliti settori che fanno girare il Bel Paese).
  • Marchi italiani già famosi in Italia e un buon branding e un nome conosciuto da turisti che vengono in Italia, per esempio Camicissima.
  • Business indirizzati al turismo per esempio alberghi, ristoranti, viaggi e wedding planner.
  • Imprese con prodotti innovativi. In un settore nuovo o scoperto ci sono sempre possibilità di posizionarsi bene su Google all’estero.

E per quanto riguarda l’hosting? Devo aprire un hosting all’estero?

No. L’hosting non presenta nessun problema per la promozione di un sito italiano all’estero. Siete liberi di continuare con lo stesso hosting anche se volete promuovere il vostro sito all’estero.

» I migliori hosting italiani: quale scegliere?

About Mike Fitzpatrick

Mike is web consultant and developer at Jeyjoo, where he has a track record and transforming businesses into online market leaders.

Chiedi agli esperti

(Risposta entro 2 ore!)



    Ho letto e accetto la privacy policy

    No grazie! (Non mi servono altre clienti)

    Find out how we exploded our website visits 170% in 5 months

    SARA DING

    (Owner Juicing for Health)

    2 million monthly visitors
    1.1 million Facebook followers

    Proven SEO results

    Abbiamo lavorato con…

    Una selezione delle aziende con cui abbiamo lavorato

    Cosa dicono i nostri clienti

    Our clients love the work we produce...

    Quick, efficient and a better job than I imagined! I cannot recommend Jeyjoo enough.
    Ali Jawad, British Powerlifter

    Within just a few months we gained an excellent search engine positioning for our chosen keywords.
    Roberto Ricco – Afi Esca

    Our site is contemporary, clean and clear – everyone wants to know who made it.
    Raphael Baglione – Door to Innovation

    Ready to start earning?

    We can transform your business into a Google #1 website and grow your revenue



      Ho letto e accetto la privacy policy

      No grazie! (Non mi servono altre clienti)